lunedì 31 marzo 2014

18-3224 / non sto dando i numeri





E' il colore dell'anno.
L’ha deciso Pantone. E io lo amo.


Perché è un colore scomodo, ma sta bene su tutto. 
Su un vestito o un paio di scarpe. Su un tramonto. Su una parete. Sulle unghie. 
Perché è quasi il colore della mia stanza, perché è sempre stata la fissazione per cui tutti amorevolmente mi prendono in giro.
Perché tutt’ora, nonostante la presenza rosa nel mio armadio sia diminuita, quando sono di cattivo umore istintivamente vado a finire li, un batuffolo in rosa, una tisana, una candela e una canzone a squarciagola. 
E in qualche modo ritrovo la serenità. 
Perché è un colore prettamente femminile. 
E il signor Pantone non dovrebbe discriminare ma un po’ di considerazione in più alle donne non fa mai male. 
2014. Anno pieno di progetti e di svolte, di rincorse e di salite. Sperando che prima o poi ci sia la discesa. 
Progetti che saranno accompagnati da mani laccate color orchidea.
Troverò lo smalto, tingerò i vestiti, abbandonerò con gioia quei colori fluo che grazie a dio quest’anno non si fila più nessuno per una borsa pastello. 
Aggiungerò un’orchidea alle innumerevoli già residenti in salotto, che ciclicamente mia madre riesce a farle morire.
Non mi sentirò di nuovo quindicenne nell’uscire di casa di rosa vestita.
Anzi, Radiant Orchid. Che rosa è riduttivo. 











(Credits - Tumblr)