venerdì 8 novembre 2013

#DIESELTRIBUTE


Oggi se ne parla ma mai abbastanza, quindi mi sento in dovere di farlo anch’io.
Prendi uno dei maggiori brand, Diesel, con tutta l’italianità dei suoi prodotti e del suo padrino Renzo Rosso, aggiungici il nuovo designer italo giapponese, Nicola Formichetti, con un tutto il suo estro creativo e la genialità che solo lo stylist di Lady Gaga può avere, mescola il tutto con lo speziato carattere grunge che puoi trovare solo in un negozio londinese a Soho e informa il tutto solo dopo aver controllato che l’impasto abbia la giusta dose di tecnologia e innovazione e, voilà, otterrai #DieselTribute.


Nicola Formichetti, nuovo direttore creativo da questa primavera, ha deciso di rendere omaggio al mondo Diesel con una collezione limitata, completamente hand-made, realizzata mettendo mano agli archivi della maison e focalizzata su due temi cult per Diesel: il denim e la pelle. DieselTribute è la prima manifestazione della presenza del nuovo designer, un anticipazione prima del grande debutto la prossima primavera, ma sono già chiari i propositi e gli obiettivi di questa collaborazione, tesa a dare una nuova immagine e nuovo slancio al marchio.





In antitesi con l’artigianalità dei capi, la promozione degli stessi è stata intrapresa attraverso due parole chiave: digital e social. La campagna infatti, realizzata con Nick Knight e con il team di creativi di SHOWstudio, è stata interamente girata con un iPhone tramite l’utilizzo di app come Glitchè, MegaPhoto e Instagram. Le immagini si sovrappongono, si scompongono, mantenendo intatto il DNA Diesel.
#DieselTribute, Diesel Reboot, un direttore creativo che posta video amatoriali sul sito ufficiale. Si respira aria nuova in casa Diesel. 


Nient'altro da aggiungere, il denim parla da sé. 

Immagini via www.diesel.com